Cosa è Saledolce


Saledolce inizia a ricevere un buon numero di visite al giorno, visite a cui “moralmente” aggiungo il buon numero di visualizzazioni delle immagini delle ricette corrispondenti su Flickr. Da pochissimo il blog è perfino accessibile da un suo dominio indipendente, saledolce.com, chiaro indizio di una qualche forma di maturità raggiunta. Insomma, è davvero arrivata l’ora di dotare Saledolce di un minimo di presentazione di se stesso, perché chi arriva capisca dove è arrivato e possa magari decidere se tornare in futuro.

Cos’è saledolce?

 

Una domanda che mi sono posto qualche volta nell’atto di dedicargli del tempo, ma che ho sempre dribblato cavandomela con il fatto che si trattava (e si tratta) di qualcosa di divertente che ho piacere di fare.


Saledolce quindi è, prima di tutto, qualcosa di piacevole per me. E’ un hobby, che ne raccoglie almeno un altro paio: l’interesse per la cucina, e per le foto che la riguardano. Il blog  raccoglie le foto che ho realizzato e realizzo alle cose che preparo in cucina, oltre alle relative ricette.

 

Il blog in effetti nasce proprio intorno a questo nucleo, intorno a questo è cresciuto fino ad oggi, e penso che questo possa essere il nocciolo intorno al quale sviluppare polpa ancora per parecchio tempo.

 

Perché sale dolce?

 

Il nome del blog cita uno dei miei ingredienti preferiti, che io ritengo protettore della buona riuscita di ogni ricetta.

 

 

Qualche elemento in più e un po’ di dietro le quinte

 

Le prime foto che trovate sul blog erano scattate con un Nokia N73, sono quindi foto piuttosto piccole, di qualità non eccelsa e tendenzialmente buie, perché il camera phone in oggetto non eccelle sul fronte del flash. Quando ho superato un certo numero di foto e di ricette, ho iniziato a caricarle su questo blog, procedura piuttosto lunga e noiosa.

Caricavo le foto in sequenza, cercando di evidenziare i diversi momenti della preparazione, compresi gli ingredienti. In definitiva, da un lato mi sembrava che le immagini parlassero da se, dall’altro volevo costruire una raccolta di immagini, quindi trovate ricette che sono solo una collezione di immagini con un titolo.

 

In seguito sono passato ad una macchina digitale più (molto più) performante, una Panasonic Lumix FZ18, che è responsabile delle immagini molto più belle e definite che vedete da qualche ricetta a questa parte.

 

Questo cambio “tecnico”, ha comportato foto molto più grandi, ed era una tortura caricarle utilizzando l’uploader di worpress. Sono quindi andato alla ricerca di una soluzione per la gestione più comoda delle immagini del blog, soluzione che ho individuato in Flickr che si è dimostrato comodo ed efficace ad un prezzo molto abbordabile.

 

Flickr però era in qualche un doppione del blog come raccolta di immagini che avevo in mente, così da un lato ho iniziato a mettere su Flickr tutte le foto scattate, e sul blog solo una selezione, dall’altro … ho iniziato a scrivere.

Intorno alla fine del 2011 ho deciso che bisognava fare ancora un passo avanti sul piano della qualità dell’immagine, poichè questo blog viene tipicamente scritto di notte, e cucinato quantomeno di sera, la maggior parte dei piatti vengono fotografati con l’aiuto del flash. Non c’è cosa che tolga appetitosità ad un piatto come l’uso del flash, quindi siamo passati ad utilizzare una reflex digitale, una Nikon D90 che sul piano della sensibilità in presenza di poca luce è chiaramente di un pianeta diverso e che stiamo cercando di mettere a frutto per fare completa giustizia alla nostra appassionata amatorialità.


Chi cucina, chi scatta, chi blogga?

Saledolce è ai fornelli nel 99% delle situazioni, mentre nel 90% dei casi è Olivetta,  mia artisticamente dotata moglie, ad occuparsi del lato fotografico della faccenda. Poi a portare il tutto sul blog ci penso io: lei è troppo artista per WordPress&Flickr.;)

6 Responses to Cosa è Saledolce

  1. cindystar says:

    ciao!
    ti ho scoperto tramite il bloggatore, ho anch’io la tua stessa lumix..ma non la so usare!…e non posso continuare a fare foto con AUTO INTELLIGENTE…con una macchina del genere!…solo che faccio parte della razza che odia leggere i libretti di istruzione…e questa poi ha il cd da caricare, oltretutto…abbandono la speranza dipoter fotografare meglio iol mio cibo?
    buonanotte e grazie per l’attenzione!
    ci.

  2. saledolce says:

    Ciao, mi fa piacere che tu sia arrivata da queste parti tramite il bloggatore, vuol dire che davvero porta visite e visibilità al blog.;)

    Parlando della Lumix, forse la cosa che colpisce di più in assoluto è la qualità molto elevata delle immagini prodotte in Intelligent Auto, io stesso la uso al 90% del tempo in quella modalità.

    Forse il primo passo per andare verso una modalità di utilizzo più evoluta è iniziare ad utilizzare almeno le preimpostazioni (Scene, ce n’è una chiamata Food).

    Poi, per passare ad utilizzare le modalità a controllo manuale, anche se parziale, temo che dovremo adattarci a leggere le istruzioni.;)

  3. Pingback: Branzino al sale aromatico | Yourpage live news aggregator

  4. Daniele,
    ti scrivo ma la tua mail ha il nospam finale, cosa è .com?
    saluti

    SMT

  5. Federico says:

    Ciao,

    complimenti per la cura e la passione con cui aggiorni il blog. Mi sembra un contenitore originale e interessante, e mi piacerebbe sottoporlo alla società per cui lavoro. Tu eventualmente saresti interessato a ricevere offerte per l’inserimento di pubblicità all’interno del blog?

    Federico

  6. saledolce says:

    In astratto la prospettiva di coprire almeno parte dei costi non mi indigna affatto, ma prova a farmi una proposta con dentro qualche dettaglio in più. La mia disponibilità è legata alle modalità di questo inserimento pubblicitario.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *